M'illumino di meno

  • Modifica

Qual'è la condizione ideale a cui ambisce di poter agire ogni astrofilo? 

Il buio assoluto.

L'occasione per poter osservare il cielo non inquinato da luci artificiali è stata trovata all'interno della giornata dedicata al risparmio energetico promossa dalla trasmissione radiofonica Caterpillar di Radio 2 e sostenuta ampiamente anche dal nostro Comune.

"M'illumino di meno" ha trovato ampio spazio di divulgazione attraverso i social e i media e, nel nostro Comune è stata un'iniziativa utile per promuovere tutte le forme del risparmio energetico intervenendo in ogni singola frazione spegnendo parte dell'illuminazione pubblica, dei monumenti, delle chiese, scuole ed edifici pubblici.

Il concerto di idee si è concretizzato con un'osservazione pubblica cui ha partecipato un discreto numero di persone compresi alcuni rappresentanti dell'amministrazione comunale che, sfidando il freddo, hanno potuto assistere ad una presentazione composta da una raccolta di immagini e video che mostrano quanto sia inquinato da luci parassite l'ambiente in cui viviamo. Le prime immagini ad apparire sono quelle che ci giungono quotidianamente dallo spazio (ISS) di interi continenti illuminati a giorno fino ad arrivare a realtà sempre più vicine a noi: le grandi città come Milano fino a giungere alla nostra, Trento e poi, ancora più vicini, con foto scattate in diversi punti della Val di Non.  

Nel frattempo, il cielo divenuto in parte pulito e trasparente, si è lasciato scoprire con qualche bell'oggetto celeste come la Galassia di Andromeda, la nebulosa in Orione, il bell'ammasso M35 nei Gemelli, Giove e la Luna quasi piena.

Il buio infatti non era completo ma, quella naturale, era l'unica fonte di luce ammessa venerdì anche perchè, senza questa, sarebbe risultato difficile riconoscere anche i parenti più stretti! 

kc

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo il tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti