Eclisse parziale di sole

L'anno 2011 si è aperto regalando agli appassionati del cielo, un evento astronomico fra i più spettacolari: un'eclissi parziale di Sole.

Sole, Luna e Terra hanno scelto la fredda mattina del 4 gennaio per trovarsi in allineamento quasi perfetto.

Né le basse temperature, né quella fitta coltre di nuvole adagiata sul versante est delle nostre montagne ci hanno scoraggiato e impedito di posizionare e preparare i nostri strumenti e di sperare che, dissolvendosi, avremmo potuto godere di quello spettacolo che di lì a poco, a fenomeno già iniziato, si è presentato ai nostri occhi.

Il nodo, il punto in cui l'orbita della Luna nella sua fase di novilunio, ha intersecato l'eclittica, ossia quella fascia di cielo in cui si muove apparentemente il Sole, è venuto a trovarsi tra la Terra e la nostra stella proiettandone l'ombra su alcune zone della superficie terrestre e occultando il Sole di circa il 70%.

L'occultamento era già iniziato quando il telescopio Coronado corredato di CCD ha iniziato a registrare le prime immagini dell'evento e, a parte qualche altra nube di passaggio, abbiamo potuto osservare il fenomeno per intero fino a quando il disco solare, apparso con scarsa attività, è stato abbandonato definitivamente dalla luna.

Secondo un'antica leggenda cinese, il Sole o la Luna, durante questi eventi, venivano inghiottiti da un terribile drago che gli uomini tentavano di scacciare facendo più rumore possibile, noi, al contrario, l'abbiamo ammirato quasi in silenzio, brindando e dando appuntamento ai due protagonisti al prossimo 20 marzo 2015 con un altro evento di questo tipo.

 

IMGP0367.JPGSole unione.jpgsole0001.jpgsole0004.jpgsole0007.jpgsole0013.jpgsole0017.jpgsole0023.jpgsole0025.jpgsole0029.jpgsole0034.jpgsole0039.jpgsole0041.jpg_1043374.jpg_1043379 - Version 2.jpg_1043396 - Version 2.jpg_1043412 - Version 2.jpg_1043440 - Version 2.jpg_1043481 - Version 2.jpg_1043492 - Version 2.jpg_1043499 - Version 2.jpg_1043501 - Version 2.jpg_1043502.jpg

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo il tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti