Osservazione sul Monte Peller 2018

Un cielo come quello dello scorso 15 giugno è raro vederlo. La trasparenza e il buon seeing hanno rimandato ottime immagini provenienti dal profondo cielo ma anche dall’interno del nostro sistema solare.

La serata, organizzata dal comune di Ville d’Anaunia si è svolta sul monte Peller, in un luogo privo di luci e che domina la vallata.

Durante il lungo crepuscolo che caratterizza il periodo antecedente il solstizio d’estate e prima che tramontasse, abbiamo osservato la luminosa Venere in fase quasi piena e successivamente Giove e i suoi satelliti. Una spiegazione del cielo a occhio nudo ha rotto l’attesa del buio che, una volta giunto ci ha visti puntare gli strumenti prima su asterismi, poi su oggetti a grande campo come gli ammassi aperti fino a spingerci agli ammassi globulari più elusivi come M4 nello Scorpione e per finire sulla galassia Occhio Nero (M64) che prende il nome dalla scura fascia di polveri che la contraddistingue, in grado di assorbire la luce visibile.

Un bolide (una meteora di elevata luminosità) frammentato e che cade lento al punto che anche gli occhi più rilassati e volti altrove l’hanno trovato e visto, è stato il “dulcis in fundo” di una serata particolarmente fortunata.

kc

IMG_20180615_213738.jpgIMG_20180615_220716.jpgIMG_20180615_220738.jpgIMG_20180615_220821.jpgIMG_20180615_220940.jpg

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo il tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti